La donna scomparsa

La donna scomparsa

TRAMA

È una notte buia e piovosa, in Inghilterra. Al limitare di un bosco, a pochi passi dall’aperta campagna, c’è una casa con una finestra illuminata. All’interno, la sagoma di una donna, in controluce. A completare il quadro, si aggiungono il marito e la figlia adolescente. Da fuori, un uomo osserva la scena con un fucile da caccia in mano; riesce a immaginarsi il profumo della cucina, il calore familiare della stanza, le conversazioni di fine giornata. Fa un respiro profondo, preme il grilletto e colpisce la donna in piena fronte. Lei si accascia sul pavimento. Lui scappa.
In Danimarca, la detective Louise Rick e il collega Eik hanno deciso di andare a vivere insieme ma lui sparisce nel nulla. Nel giro di pochi giorni, Louise riceve una telefonata: Eik è stato arrestato per disturbo della quiete pubblica e intralcio alle indagini. Si trovava in Inghilterra, sul luogo del delitto della donna inglese, Sophie Parker, il cui nome figurava da molto tempo nella lista delle persone scomparse. La sua sparizione era stata denunciata diciotto anni prima proprio da Eik: era la sua fidanzata. Cosa sta succedendo? Sconvolta e terrorizzata dal coinvolgimento di Eik nel caso, Louise deve mettere a tacere il suo tumulto interiore se vuole trovare il killer di quella che si rivelerà la sua indagine più controversa…

Dopo Le bambine dimenticate e La foresta assassina, la detective Louise Rick torna su un caso delicato ad alto tasso di suspense.

Titolo: LA DONNA SCOMPARSA

Autore: SARA BLAEDEL

Genere: THRILLER

Casa Editrice: FAZI EDITORE

Pagine: 316 p.

Prezzo cartaceo: 13.60 euro; Prezzo ebook: 7.99 euro

Prodotto fornito in digitale da Fazi Editore

 

“Un ramo gli graffia la faccia, e lui impreca a bassa voce quando sente qualcosa di caldo che gli cola giu’ verso il mento”.

Sin dal prologo, narrato in una prima persona martellante, ci immergiamo totalmente nella storia. Una madre rassetta la cucina mentre chiacchiera con la figlia adolescente, un padre cerca di rilassarsi in famiglia, tutti ignari dell’uomo nell’ombra che spia, che bracca, che tenta di carpire e riesce a sporcare una quotidianità’ a cui non appartiene. 

All’improvviso, avviene l’impensabile: uno squarcio, e nulla sarà più come prima. In una corsa contro il tempo, alla ricerca di un movente subdolo, assistiamo a un thriller carico di suspence.

Nel Dipartimento Investigativo di Copenaghen, Louise ed Eik affrontano la loro vita da colleghi e fidanzati, con tutte le difficolta’ del caso. Quando Eik, senza motivo apparente, scompare, la compagna inizia a preoccuparsi e a cercarlo ovunque: nelle sue ricerche, relazionandosi con chi conosce l’uomo da piu’ tempo, scoprira’ lati nascosti e oscuri del suo partner. 

Cosa nasconde Eik? Dove va quando sembra essere giu’ di corda e trova pace nell’ alcol? Chi e’ davvero Eik? Perche’ ha tenuto nascoste cose importanti della propria vita alla compagna?

Dubbi e domande, questo stringe tra le mani Louise: tutti sembrano saperne piu’ di lei e tutti soprattutto le intimano di lasciare Eik in pace, un uomo devastato dai fantasmi del passato.

Ed è proprio nel passato che bisogna andare per ritrovare il bandolo della matassa intricata che è diventata la vita di Louise.

Quando la ricerca personale diventera’ indagine professionale, Louise dovra’ impegnarsi al massimo per andare oltre le facili apparenze, aiutando il compagno a risolvere quello che non e’ soltanto un caso ma un peso che l’uomo porta sulle proprie spalle da troppo tempo.  Sulle tracce di un fantasma, ricostruiremo una storia fatta di dolore, di grande amore trattato in diverse forme e di rabbia.

“L’inquietudine esplose con nuova forza, insieme a una grande perplessita’: cosa diamine era accaduto?”

E noi con Louise stessa la sperimentiamo questa folle inquietudine, la costante sensazione che ci stia sfuggendo qualcosa di fondamentale.

Louise e’ una donna forte e determinata, capace di prendere decisioni importanti e pagarne le conseguenze; ha un atteggiamento moderno ed mi ha colpito soprattutto la sua umanita’ nonostante l’indurimento che potrebbe derivarle dal tipo di lavoro che fa. In questo romanzo e’ consapevole dei propri limiti derivanti dal coinvolgimento personale e ad un certo punto prendera’ anche delle decisioni che potrebbero sembrare troppo “umorali” e poco professionali, invece io ho apprezzato la sua capacita’ di cercare di fare un passo indietro… ma ormai, sarebbe stato troppo difficile per lei chiamarsene fuori. Divisa tra il ruolo istituzionale e il suo cuore, dovrà compiere delle scelte importanti per salvare la propria vita sentimentale ma soprattutto per salvare altre vite umane. 

Qual è il limite tra libero arbitrio e legge morale universalmente riconosciuta? dove si colloca la libertà individuale nella scelta di come condurre la propria vita? quanto è complicato accettare le scelte altrui che inevitabilmente ricadono su di noi?

Ci fa riflettere questo thriller e ci consegna una storia nella storia, lasciandoci comunque con delle domande che l’immaginazione del lettore potrà colmare. 

E se l’assassino diventa ad un certo punto facilmente intuibile, la cosa veramente importante è comprendere le motivazioni dell’atto che aprono appunto a un dibattito filosofico ed etico davvero interessante da approfondire.

Incalzante, con una scrittura schiacciante, questo giallo tiene prepotentemente il lettore incollato alle pagine, famelico di sapere. Tra passato e presente, l’autrice ci regala non solo un thriller adrenalitico ma una storia di umanita’ e di dubbi morali, toccando tematiche attuali, sociali e teologiche su cui l’opinione pubblica dibatte da tempo, in un contesto progressista e aperto quale è  la Danimarca.

Condividi:

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.