Memorie di Taenelis – I soli di Arcana vol.1

Memorie di Taenelis – I soli di Arcana vol.1

Buongiorno lettori!Oggi vi segnalo questo libro di genere FANTASTICO scritto da Giulia Coppa ed Eric Rossetti, edito da Europa Edizioni.

 

TRAMA:

Nel continente di Taenelies i regni di Artchan e Tiresia sembrano aver trovato un equilibrio dopo secoli di conflitti, trasformazioni e cambiamenti. Una pace delicata, sorta sui cocci della guerra, viene scossa dalle ombre del passato, dalla Resistenza che, serpeggiante e sempre più pericolosa, ordisce malvagi e misteriosi piani di rivalsa. Il velo di pacifica di quotidianità viene strappato da turbolenti accadimenti e a chi toccherà lottare per la vita e il futuro? Il garzone Vian, con Mutt, Dean e Felis, si ritroverà senza patria e parte di una compagnia di mercenari, sul filo della magia e della lealtà. Partiti con un unico destino, si ritroveranno divisi da tortuose macchinazioni magiche e umane, al di sopra della loro giovane e ingenua immaginazione.
📚 Ordinabile in tutte le librerie e Disponibile in tutti gli store on line, sia in cartaceo che in formato digitale.

 

📚estratto fornito dall’autrice 📚

Vian percepiva qualsiasi rumore, il respiro lento dei suoi amici, la musica che andava spegnendosi anche se avrebbe dovuto proseguire per l’intera notte. L’effetto che stavano provando era fin troppo strano. Decise così, malgrado non importasse più di tanto, di alzarsi e tentare di smuovere gli altri. Le gambe risposero, leggere quanto una piuma. Andò verso Mutt, lo prese per le spalle, cercando di muoverlo, ma lui non emise fiato, profondamente addormentato. Fece lo stesso con Dean e Felis, che a differenza di Mutt, avevano gli occhi semiaperti, ma altrettanto sprofondati in una sorta di benessere, che
pian piano sentì aggredire la sua mente. La vista gli si offuscò e gli amici si tramutarono in figure scure e dai contorni sfocati, fino a quando decise che anche lui doveva godersi la pace. Il buio, come nel sonno, non lo avvolse, ma fu accolto da un oblio bianco e puro, in cui percepiva ogni singola parte del suo corpo come senza peso né sostanza, volando con ali invisibili nella gioia del mondo.

 

Non vedo l’ora di leggerlo!

Condividi:

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.